lunedì 6 febbraio 2023, ore
L'ANGOLO
FOCUS NM - Mondiali 2022, ecco il Pagellone della seconda giornata: 9 a Messi e Mbappè, 4 al Belgio
30.11.2022 18:13

NAPOLI - Si è conclusa la seconda giornata del Mondiale in Qatar, in cui abbiamo visto i primi verdetti, con due squadre già eliminate e tre già qualificate. Un Mondiale che fino ad ora, forse, non sta mantenendo le aspettative iniziali dal punto di vista tecnico e dello spettacolo. Questo il Pagellone, squadra per squadra, di “Napoli Magazine” per la seconda giornata:

 

 

GIRONE A

 

QATAR 4 – Leggero miglioramento rispetto alla prima uscita, ma anche contro il Senegal questa nazionale ha dimostrato di essere, forse, la meno competitiva dell’intero torneo, creando poco e subendo tanto.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Muntari 6.5 – L’attaccante qatariota si conferma il migliore dopo averlo fatto vedere anche nella prima giornata. Trova la prima storica rete del Qatar ad un Mondiale e riapre, anche se per poco, la partita.

 

 

SENEGAL 7 – Contro l’Olanda non aveva demeritato, e questa volta domina e vince senza patemi d’animo contro il Qatar. Nonostante l’assenza di Manè, dimostra di essere una nazionale compatta.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Diedhiou 7 – L’attaccante dell’Alanyaspor, schierato titolare a sorpresa dal c.t. Cisse, realizza la rete dello 0-2 con una splendida girata di testa su calcio d’angolo che si spegne alle spalle del portiere avversario.

 

 

OLANDA 5.5 – Contro il Senegal non aveva fatto vedere granchè, nonostante la vittoria, e contro l’Ecuador conferma le perplessità, pareggiando e rischiando anche di perdere il match, salvata da una traversa.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Gakpo 7 – Due partite, due gol per l’attaccante del PSV, nel mirino del Manchester United. Rete di grande tecnica contro l’Ecuador, sta dimostrando di meritarsi grandi palcoscenici.

 

 

ECUADOR 6.5 – Vera sorpresa di questo torneo, esprime un gioco anche bello da vedere e dimostra di avere dei calciatori in rosa molto dotati tecnicamente.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Valencia 7.5 – Tre reti in due match per l’attaccante del Fenerbahce, che sale al primo posto nella classifica dei capocannonieri. Una spina nel fianco continua per la difesa avversaria.

 

 

GIRONE B

 

 

INGHILTERRA 5 – Ci si aspettava molto dalla squadra di Southgate, ma contro gli Stati Uniti gli inglesi mostrano un gioco lento e compassato, creando pochissimo e quasi accontentandosi del pareggio, che alla fine arriva.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Maguire 6.5 – Il difensore del Manchester United, molto criticato al momento della convocazione, dimostra, invece, di avere grande esperienza e di essere al posto giusto, comandando alla grande la difesa e guidando la sua squadra.

 

 

STATI UNITI 6.5 – Contro il Galles avevano lasciato intravedere sprazzi di bel gioco, nonostante il pareggio finale. Contro una squadra tecnicamente più forte come l’Inghilterra si dimostrano una squadra ben compatta e alla fine porta a casa un ottimo pareggio.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Pulisic 6.5 – L’attaccante del Chelsea si dimostra, ancora una volta, il calciatore più tecnico della rosa. Colpisce una traversa calciando di sinistro da fermo ed è sempre pericoloso quando punta gli avversari.

 

 

IRAN 7 – Quella che da tutti era considerata la nazionale cuscinetto del girone dimostra, invece, di essere una buona squadra e batte il Galles 0-2 con due reti nei minuti di recupero in una partita in cui avrebbe meritato il vantaggio molto prima, come dimostrano i due pali colpiti.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Cheshmi 7 – Prima rete in carriera in un Mondiale, e che rete. Destro da fuori area che si infila precisamente nell’angolino alla sinistra del portiere e che regala una speranza alla sua nazionale.

 

 

GALLES 3 – La sorpresa in negativo del Mondiale. Nonostante il pareggio con gli Stati Uniti nella prima giornata, le idee scarseggiano e contro l’Iran lo ha dimostrato, non creando quasi nessun pericolo agli avversari e meritando la sconfitta.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Wilson 6: l’attaccante è l’unico a provarci, ma non crea nulla di concreto.

 

 

GIRONE C

 

 

ARGENTINA 6 – Brutta prestazione contro il Messico, ma contava vincere e la vittoria arriva con un 2-0 tutto sommato meritato. Il livello di gioco deve salire se l’Albiceleste vuole arrivare in fondo, legata troppo alle individualità.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Messi 9 – Gol e assist per La Pulce, che sblocca un match difficile con un gran gol da fuori area e salendo a due reti in due partite in questo Mondiale. Suo anche il passaggio per la perla finale di Enzo Fernandez.

 

 

MESSICO 5 – Perdere contro l’Argentina ci può stare, ma la squadra del Tata Martino ha mostrato un atteggiamento rinunciatario, non provando quasi mai a concludere verso la porta avversaria.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Lozano 6 – E’ l’unico a provarci nonostante la sterilità offensiva dei suoi, ma viene impiegato nel ruolo di prima punta e non può fare più di così.

 

 

POLONIA 6.5 – Buona prestazione contro l’Arabia Saudita, che regala la prima vittoria alla nazionale polacca e le permette di salire al primo posto del girone.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Lewandowski 7.5 – Finalmente trova il suo primo gol in carriera in un Mondiale in una partita che aveva aperto anche con un assist per la rete di Zielinski. Il leader si è finalmente sbloccato.

 

 

ARABIA SAUDITA 6 – Nonostante la sconfitta, buona la prestazione contro la Polonia, con un rigore sbagliato che grida vendetta. Ci sono ancora speranze di passaggio turno per la squadra di Renard.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Kanno 6.5 – Centrocampista di rottura di grande voglia e intensità, dimostra di avere anche un buon piede per impostare il gioco.

 

 

GIRONE D

 

 

FRANCIA 8 – Grande gara contro la Danimarca, vinta per 2-1 in maniera netta e meritata. Sicuramente una delle favorite alla vittoria finale e ogni match lo dimostra sempre di più.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Mbappè 9 – Il fenomeno del PSG sale a 3 reti in questo Mondiale con una doppietta che permette alla sua nazionale di conquistare la qualificazione ed il primo posto con una giornata di anticipo.

 

 

DANIMARCA 5.5 – Sicuramente un passo in avanti rispetto al match contro la Tunisia, ma ancora troppo poco per la semifinalista dell’ultimo Europeo. L’unico gol di questo Mondiale arriva da un difensore, Christensen, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma l’attacco si dimostra troppo sterile.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Christensen 6.5 – Merita questo voto per il gol del momentaneo pareggio. Dimostra di avere tanta esperienza anche nelle chiusure difensive.

 

 

AUSTRALIA 7 – Vittoria convincente contro la Tunisia dopo la brutta sconfitta all’esordio contro la Francia. Gara in cui si dimostra compatta dal punto di vista difensivo.

 

MIGLIORE GIOCATORE – Duke 7 – Gran gol da parte dell’attaccante australiano che decide il match con un gran colpo di testa.

 

 

TUNISIA 5 – Dopo l’incoraggiante pareggio all’esordio contro la Danimarca, ci si aspettava di più contro l’Australia, invece la nazionale africana si dimostra sterile e con poche idee.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Msakni 6 – E’ l’unico a dare un po’ di fantasia all’attacco tunisino, ma predica nel deserto.

 

 

GIRONE E

 

 

CANADA 6 – Per la prestazione avrebbe meritato anche di più, ma il risultato di 4-1 per la Croazia condiziona troppo il voto finale. Una squadra formata da calciatori giovani e veloci, che esprime un gran calcio. Pecca di esperienza e ha una fase difensiva da rivedere.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Davies 7 – Il terzino del Bayern Monaco, che in nazionale viene anche utilizzato a centrocampo, trova il gol, facendosi, in parte, perdonare del rigore sbagliato contro il Belgio, e comanda il gioco per quasi tutta la gara, mostrandosi, a tratti, imprendibile.

 

 

CROAZIA 7.5 – Partita resa più facile di quello che poteva essere. Contro un ottimo Canada, che va in vantaggio dopo neanche due minuti, la squadra di Dalic si ricorda di essere vice-campione del mondo e domina il match, trovando 4 reti e ‘rischiando’ di farne anche di più.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Kramaric 8 – Due gol e una rete annullata. L’attaccante dell’Hoffenheim si dimostra un grande bomber, nonostante negli ultimi anni si sia un po’ perduto. Si ritrova nel momento migliore per lui e porta la Croazia ad una vittoria importantissima.

 

 

BELGIO 4 – La grande delusione. Considerata una delle possibili favorite del Mondiale, la squadra di Roberto Martinez fa vedere un gioco a dir poco confusionario, senza idee, e merita decisamente la sconfitta contro il Marocco.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Mertens 6 – L’ex Napoli entra dalla panchina ed è l’unico dei suoi a calciare verso la porta del portiere avversario.

 

 

MAROCCO 8.5 – Gran bella squadra. Contro la Croazia aveva fatto vedere di essere una squadra difficile da affrontare, ma contro il Belgio fa anche meglio, dominando una squadra che sulla carta era decisamente superiore.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Ziyech 8.5 – Assist spaziale per l’attaccante del Chelsea dopo 90 minuti di corsa e tanta lotta. Gli viene annullato anche un gol per fuorigioco di Saiss.

 

 

GIRONE F

 

 

SPAGNA 7 – Grande prestazione contro la Germania, nonostante il pareggio finale. Dominio dal punto di vista del gioco, può essere una delle nazionali che arriverà fino in fondo.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Morata 7.5 – Per la seconda gara consecutiva entra dalla panchina e timbra il tabellino con la rete dell’1-0 con una girata da attaccante vero.

 

 

GERMANIA 6.5 – Buona partita dei tedeschi contro la Spagna, che riescono ad acciuffare un pareggio nel finale dopo gran parte del match giocato a buoni ritmi.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Fullkrug 7.5 – L’attaccante del Werder Brema, capocannoniere della Bundesliga, debutta con la nazionale tedesca in gare ufficiali e lo fa nel miglior modo possibile, trovando un gran gol che vale il pareggio finale.

 

 

COSTA RICA 6 – Brutta partita quella contro il Giappone, ma alla fine riesce a portarsela a casa grazie anche alla complicità del portiere avversario.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Fuller 7.5 – Realizza la rete della vittoria, ma per tutto il match è l’unico a provarci e a creare qualche pericolo. Tanta corsa e lotta, merita il premio di migliore in campo.

 

 

GIAPPONE 4.5 – Dopo l’incredibile vittoria contro la Germania, tutti si aspettavano una partita completamente diversa contro la Costa Rica. I giapponesi, invece, non si rendono mai pericolosi e perdono addirittura il match.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Yoshida 6 – L’ex Sampdoria gestisce bene la difesa e si dimostra il leader di questa squadra, ma nulla può sul gol subito.

 

 

GIRONE G

 

 

BRASILE 7 – Partita meno brillante rispetto a quella contro la Serbia, ma riesce ancora a non subire gol e a subire poco. Vince ancora e si qualifica agli ottavi di finale con una gara di anticipo.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Casemiro 8 – Gol da calciatore superiore, ma l’ordine che dà in mezzo al campo è un qualcosa di unico. Giocatore imprescindibile per qualsiasi squadra in cui milita, ogni partita dimostra il perché.

 

 

SVIZZERA 6 – Buona gara contro il Brasile, nonostante la sconfitta. La squadra di Yakin si dimostra compatta e difficile da affrontare, si gioca le chance di passaggio turno all’ultima sfida.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Xhaka 6.5 – Partita di grande ordine per il centrocampista dell’Arsenal, che mette in campo tutta la sua esperienza.

 

 

SERBIA 5 – Fase offensiva da 8, fase difensiva da 2. Dal centrocampo in su, la Serbia ha una qualità immensa, come dimostra anche la gara contro il Camerun. Dietro, però, balla e subisce due reti pressochè identiche nel giro di due minuti che non gli permettono di vincere la gara.

 

MIGLIOR GIOCATORE – S. Milinkovic-Savic 8 – Un gran gol di sinistro per il centrocampista della Lazio, autore di una prestazione a dir poco sontuosa. E’ tornato il grande calciatore visto in Serie A.

 

 

CAMERUN 6.5 – Poca qualità, ma tanto cuore. Non si arrende mai e il pareggio è il giusto premio dopo una gara molto sofferta, ma che ha anche rischiato di vincere.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Aboubakar 8.5 – Entra dalla panchina sul risultato di 1-3, in due minuti confeziona un gol e un assist e ribalta il match. Il calciatore più esperto del Camerun mette in campo tutto ciò che ha.

 

 

GIRONE H

 

 

PORTOGALLO  6.5 – Batte l’Uruguay per 2-0, con un rigore abbastanza discutibile, ma non mostra un gioco spettacolare, tutt’altro. Vittoria che sarebbe potuta anche non arrivare, ma nonostante tutto stacca il pass per gli ottavi di finale con una gara di anticipo.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Bruno Fernandes 8 – Si guadagna e realizza il rigore del 2-0 finale, ma soprattutto segna la rete del vantaggio con un cross in cui Cristiano Ronaldo non ci arriva, ma che si infila alle spalle di Rochet.

 

 

URUGUAY 6 – Buona partita contro il Portogallo nonostante la sconfitta. Dopo i due pali colpiti nel match di esordio contro la Corea del Sud, ne colpisce un altro in questo match. Avrebbe meritato il pareggio, ma ora si giocherà tutto all’ultima giornata.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Maxi Gomez 6.5 – Entra dalla panchina e colpisce un palo che avrebbe potuto mettere il risultato sull’1-1. Fa più lui che tutti gli attaccanti, suoi compagni di squadra.

 

 

COREA DEL SUD 5 – Dopo l’ottimo esordio contro l’Uruguay, la Corea perde una gara spettacolare contro il Ghana, in cui aveva rimontato due gol in pochi minuti, ma non è bastato per evitare la sconfitta.

 

MIGLIOR GIOCATORE – Cho 7,5 – L’attaccante realizza una doppietta di testa e si dimostra un bomber di tutto rispetto.

 

 

GHANA 7 – Nonostante due reti subite in poco tempo, riesce a rimettersi in pista e a vincere il match. Contro il Portogallo aveva fatto vedere un bel gioco, nonostante la sconfitta, mentre con la Corea si dimostra più pragmatica.

 

MIGLIOR GIOCATORE KUDUS 8.5 – Due gol per l’attaccante dell’Ajax, uno dei maggiori talenti del calcio europeo. Il futuro è decisamente dalla sua parte.

 

 

Fabio Prezioso

 

 

Napoli Magazine

 

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME L'ANGOLO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>