mercoledì 5 agosto 2020, ore
HOME
L'OPINIONE - Corbo: "Milik? Davanti ad un giocatore che si è promesso alla Juve e in campo pensa ad altro, serve intervento della società"
29.07.2020 14:02

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corbo, giornalista: “Caso Milik? Se il Napoli si è ripreso dopo la rivolta del 5 novembre, lo si deve a De Laurentiis che minacciò la squadra, applicò le multe e prospettò un’ipotesi giudiziaria ancora più afflittiva. La squadra dopo queste mosse si è messa in riga ed ha agevolato il lavoro di Gattuso, ma davanti ad un giocatore che si è promesso alla Juventus e va in campo pensando ad altro, occorre l’intervento della società. A parti invertite la Juventus come si comporterebbe? De Laurentiis dovrebbe minacciare di non cedere Milik a nessuno perché quello del polacco è un cattivo esempio e chiunque ha il contratto in scadenza tra un anno, potrebbe comportarsi allo stesso modo. Gattuso dice che il Napoli deve ritrovare l’anima, ma non bisogna aspettare il nuovo arcivescovo al posto di Sepe, il tecnico deve analizzare in maniera oggettiva il problema del Napoli. Secondo me, non è in attacco, ma sta in mezzo al campo perché la fragilità del centrocampo non dà all’attacco la spinta necessaria e non copre in difesa. Per battere la Juventus non bisogna cambiare solo la formula, ma serve che le altre squadre potenzino o rispettivi organici”.

Loading...
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>