mercoledì 3 giugno 2020, ore
L'ANGOLO
CORONAVIRUS - Mihajlovic: "Dopo due guerre e le bombe, che problema è stare a casa?"
16.03.2020 10:48

NAPOLI - Sinisa Mihajolovic, allenatore del Bologna, ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport: "Ho passato tre mesi chiuso in ospedale, per me le precauzioni per il coronavirus sono una passeggiata. Ho fatto due guerre, vissuto le bombe: sarà mai un problema stare a casa? Non sto sminuendo i pericoli del coronavirus, né l'ansia di chi non è abituato a stare a casa. Per dire: mia moglie si muove di più in casa che certi calciatori in campo! Ma dopo mesi in ospedale senza neppure aprire una finestra, stare a casa con la famiglia per me è un privilegio. Cosa faccio in questi giorni? Libri, internet, telefono, film, serie tv... c'è di peggio no? Dobbiamo aiutare i medici stando a casa, proteggendo le fasce più deboli. Si dice che muoiono solo gli anziani con patologie pregresse, come fosse una consolazione. Ma gli anziani non sono numeri, sono risorse, sono la nostra storia. Il calcio? Giusto stoppare gli allenamenti, il campionato andava anche fermato prima. L'Italia è la mia seconda casa ma qui le decisioni vengono sempre prese a metà, c'è poco coraggio e sempre una scappatoia. Gli italiani sono geniali ma o gli imponi una cosa in modo netto o ti sfuggono ovunque. Mi aspetto che il campionato finisca e che vengano rinviati gli Europei. Faremo meno vacanze? Chi se ne frega. Batteremo il coronavirus e quando torneremo alla normalità sarà bellissimo. Consiglio di vivere il finale di stagione con passione, senza polemiche o scuse: ci serva da insegnamento".

Loading...
ULTIMISSIME L'ANGOLO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>