sabato 20 ottobre 2018, ore
HOME
MERCATO - Chelsea, ci sono alcuni "esuberi" di Sarri che potrebbero interessare al Napoli, come Giroud, ecco la situazione
16.07.2018 10:53 Fonte: Giovanni Scotto per il Roma

E se col Chelsea non fosse finita? Sancito il “patto” di non belligeranza tra il Napoli e gli inglesi dopo il passaggio di Sarri e Jorginho ai “Blues”. Operazione da 65 milioni di euro complessiva, ma soprattutto un accordo per impedire al Chelsea di prendere i giocatori del Napoli che hanno la clausola, almeno fino a quando sarà Sarri sulla panchina dei londinesi. Un accordo che blocca la cessione di Zielinski (65 milioni di clausola), Rog (60 milioni), Maksimovic (55 milioni), Chiriches (50 milioni), Hysaj (50 milioni), Ghoulam (35 milioni), Mertens (28 milioni), Callejon (23 milioni). Se il Chelsea vorrà prendere uno di questi giocatori, dovrà avere l’ok del Napoli per imbastire una trattativa slegata dalla clausola. Però Jorginho è andato al Chelsea, così come Sarri. Il Napoli si sarebbe “accontentato” di questo patto di non “disturbo” o “non belligeranza”. Può darsi. Ma davvero è finita qui? Forse no, perché è possibile che nella lunghissima trattativa tra Napoli e Chelsea il presidente De Laurentiis possa aver strappato anche un altro tipo di accordo. L'artefice sarebbe stato Fali Ramadami, che ha fatto da mediatore in chiave Chelsea e nel frattempo ha acquisito pure la procura di Koulibaly. A parlare quasi ogni giorno con lui l'ad azzurro Andrea Chiavelli, in questi giorni a Dimaro. Cosa potrebbe esserci sotto? Premesso che l'avvocato del Napoli, Mattia Grassani, ha chiarito che i rapporti tra le due società sono distesi e consolidati, non è un segreto che il Chelsea dovrà rivedere il proprio organico: un po’ perché si è arrivati a fine ciclo, un po’ perché con il nuovo allenatore si passerà al 4-3-3 (quindi addio difesa a tre) e anche il modo di giocare sarà diverso. Maurizio Sarri dovrà fare i conti con qualche addio eccellente. Ad esempio il belga Hazard ha già annunciato l'intenzione di lasciare. Dovrebbe andare al Real Madrid. Ma non solo:?in rosa ci sono molti giocatori che sono finiti ai margini, e che potrebbero non rientrare nel progetto di Sarri. Qualche nome??Facendone uno per reparto si potrebbe citare il difensore David Luiz, il centrocampista Cesc Fabregas e in particolare l’attaccante fresco campione del mondo Olivier Giroud. Il francese ha quei “famosi” 31 anni che De Laurentiis citò in riferimento a un possibile rinforzo di esperienza. Ieri ha alzato la Coppa del Mondo da capitano in pectore, ma il suo futuro è molto incerto. È arrivato al Chelsea lo scorso gennaio, ma ha un contratto breve, che scade tra esattamente un anno. Ha giocato poco in questi ultimi sei mesi di campionato, segnando tre gol e cominciando quasi sempre dalla panchina. Considerando le sue caratteristiche, difficilmente Giroud rientra a pieno negli schemi di Sarri. Anche considerando che adesso in rosa c’è Morata, Batshuayi e il giovane Abraham. Ovviamente a Sarri sarà regalato un attaccante, forse un certo Gonzalo Higuaìn. Considerando che Morata vorrebbe restare e Batshuayi è un giovane da valorizzare, potrebbe essere proprio Giroud a salutare. Al Napoli potrebbe interessare??Perché no. Certo, Morata è un nome stuzzicante, ma ad oggi non ci sono segnali. Invece Giroud fu considerato da De Laurentiis dopo l'addio di Higuaìn. È una prima punta esperta, che sa far gol e sa far salire la squadra. Si è appena laureato campione del mondo e questo può far salire il suo appeal. Soprattutto non ha un ingaggio fuori dalla portata del Napoli. Magari può essere lui l’uomo giusto??Forse. Se il canale col Chelsea non è ancora chiuso, a maggior ragione. Anche perché è chiaro che il Napoli si guarda intorno per un attaccante di livello.

ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
VEDI TUTTI I GIOCHI
RISULTATI E CLASSIFICHE IN DIRETTA >>> by Livescore.in