sabato 19 ottobre 2019, ore
HOME
L'OPINIONE - Sconcerti: "Il Napoli rimane una gran bella squadra, la più completa dopo l'Inter, ma adesso gioca male"
07.10.2019 19:19

Per parlare dell'ultimo turno di A a TMW Radio, durante Maracanà, è stato il direttore Mario Sconcerti.

 

Sul Milan
"Giampaolo? E' stata una sorpresa leggere le notizie. Ha giocato male, ma addirittura esonerarlo... Spalletti è più dentro le cose milanesi. E' un ottimo allenatore, è l'uomo giusto per qualunque tipo di occasione. Forse anche lui era in una zona rischiosa. Sa che gli conviene andare al Milan. Sarebbe arrivato a 63 anni disoccupato, visto il contratto con l'Inter. Si è messo nelle condizioni di tornare a scegliere. E' il tecnico giusto anche per ricostruire".

 

Su Inter-Juve
"Sarri è diventato meno tattico e più tecnico. Ora se la gioca partita per partita. L'esperienza al Chelsea gli ha fatto bene. Questa è la Juve di Sarri, che non ha stravolto il gioco ma gli ha fatto un ricamo nascosto".

 

Sull'Inter
"Ci ha creduto, fino alla fine, come Conte. Ma il fatto di dover sempre lottare fino alla fine, con le squadre di livello, è un limite. Manca ancora il gioco naturale, serve tutta la rabbia del tecnico. L'Inter esce ridimensionata dopo queste due partite, come grande squadra. Lukaku sta mancando. Ci vuole un po' di adattamento".

 

Sul Napoli
"Manca continuità, è sottoritmo, è un po' in confusione, non riesce a trovare la formazione giusta. Manca l'apporto di Lozano, che deve ancora adattarsi. E poi ci sono le incomprensioni con Insigne, il tentativo di riprendere Milik. Rimane una gran bella squadra, la più completa dopo l'Inter, ma adesso gioca male".

Loading...
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>